fbpx

CONSULENZA ESTETICA: QUANDO E' EFFICACE?

Da sempre abbiamo sentito parlare di ringiovanimento, dimagrimento, rimodellamento, epilazione progressiva permanente, ma quale è la formula magica, il trucchetto per capire se il centro benessere che abbiamo scelto sarà in grado di darci i risultati desiderati?

Dipende forse dalla validità del trattamento estetico o dalla competenza dell’operatrice? Certamente. E mi piace pensare che un istituto di bellezza, per essere definito tale, abbia entrambe queste caratteristiche.

E allora, quale il modo, la metodica che genera un cliente soddisfatto?

Hai mai sentito parlare del coaching? E’ un percorso che step-by-step porta al raggiungimento di un obbiettivo. Mi piace immaginarlo come un treno con le sue tappe obbligate che stazione dopo stazione ci porta alla meta desiderata.

Ebbene per raggiungere un obbiettivo in estetica non possiamo e non dobbiamo mai fare a meno della CONSULENZA che ferma inevitabilmente il nostro treno nelle seguenti stazioni:

  • INDAGINE CONOSCITIVA;
  • ANAMNESI: FISIOLOGICA, PATOLOGICA, ALIMENTARE;
  • ANTROPOMETRIA: STRUTTURA SCHELETRICA, DETERMIANZIONE BIOTIPO;
  • COMPOSIZIONE CORPOREA;
  • ESAME OBBIETTIVO;
  • PROTOCOLLO;

 

Andiamo, passo dopo passo, a scoprire come si svolge una consulenza estetica.

INDAGINE CONOSCITIVA

Il primo passo per cominciare una consulenza estetica è definire il motivo che per cui viene richiesta la consulenza estetica proseguendo con l’individuazione delle esigenze.

Questa è la fase più delicata in assoluto!

ANAMNESI

La cosmesi tradizionale offre un sollievo “temporaneo”, certo necessario, ma non capace di risolvere l’inestetismo. La domanda giusta da porsi è “quali sono le cause che l’hanno generato?”. 

Anamnesi fisiologica (ambiente, stile di vita, emozioni), anamnesi patologica, abitudini alimentari.

Uno stile di vita adeguato alle nostre esigenze è la soluzione e la prevenzione di qualunque inestetismo.

ANTROPOMETRIA
  1. STRUTTURA SCHELETRICA: esile, media, robusta;
  2. DETERMINAZIONE BIOTIPO: ginoide, androide, intermedio. Il BIOTIPO è la classificazione e lo studio dei tipi di costituzione corporea che determina i tratti fisiologici di un individuo e le predisposizioni patologichea cui i diversi tipi costituzionali sono predisposti
COMPOSIZIONE CORPOREA

La massa corporea è costituita da tre componenti: Massa magra, massa grassa, acqua.

La conoscenza della composizione corporea e delle funzioni di ogni sua parte è indispensabile per intraprendere un percorso estetico. Quando si perde peso bisogna fare attenzione a cosa si perde.

Se si perde massa muscolare si diminuisce il metabolismo basale.

Se si perde acqua ci si disidrata.

Solo se si perde grasso di deposito si dimagrisce.

Con l’utilizzo della bilancia impedenziometrica determineremo la composizione corporea.

ESAME OBBIETTIVO:

Completiamo la diagnosi effettuando una ispezione generalizzata per rilevare l’eventuale presenza di: Edema agli arti inferiori- Rilassamento del tessuto generalizzato-Ipotonia muscolare generalizzata-Disidratazione- Gonfiore addominale-Teleangectasie-Varici-Vene varicose.

Per il viso individuazione della tipologia di pelle:  Secca – Grassa – Mista – Ipersensibile/Reattiva.
Quindi con una ispezione localizzata verifichiamo l’eventuale presenza di: Adipe localizzato, Cellulite nei vari stadi, Smagliature nonchè Rilassamento del tessuto o Ipotonia muscolare localizzate in particolari distretti corporei.

Per il viso rilevare l’eventuale presenza di: Disidratazione – Rilassamenti Cutanei – Impurità – Presenza di Acne –– Occhiaie – Borse Oculari – Macchie Senili – Rughe.

PROTOCOLLO:

A questo punto siamo in grado di stabilire il protocollo, ovvero il tipo di trattamento, il numero di sedute, la frequenza dei trattamenti, i prodotti cosmetici, le manualità ed i consigli alimentari.
I parametri presi in considerazione andranno verificati durante e alla fine del ciclo di trattamenti per constatarne le variazioni.
L’andamento del ciclo verrà testimoniato da una serie di foto che scatteremo prima e alla fine delle sedute.

L’aumento o la perdita del peso andrà rappresentato attraverso la determinazione della composizione corporea al fine di capire come e quanto le tre componenti siano mutate nel tempo.

Inizia
1
Vuoi farti richiamare?
Ciao,
scrivici su WhatsApp e ti ricontatteremo noi.